argentovivo-significato

Qual è il vero significato di Argentovivo? La canzone che porta a Sanremo i problemi dell’adolescenza

Sembra che il sentire il malessere dell’adolescenza sia diffuso, tanto da approdare anche a Sanremo, tempio della musica pop e monopolizzatore dei pensieri del febbraio italiano. Non è mia abitudine soffermarmi all’ascolto di questo evento nazional-popolare, ma quest’anno sono stata particolarmente colpita dal testo della canzone proposta da Daniele Silvestri e dal suo significato.

Ascoltando l’esibizione del cantautore romano e successivamente leggendone attentamente il testo ho provato un misto tra tristezza e sollievo. Tristezza per la condizione di rassegnazione in cui sembra essere collocata l’adolescenza, sollievo perché qualcuno le ha dato voce e le ha permesso di urlare forte il suo disagio.

La società che ingabbia

Argentovivo descrive in maniera eccellente la realtà della società e della scuola attuale, luogo in cui spesso le energie dei bambini e degli adolescenti vengono viste come un sintomo di malessere da imbrigliare e sedare a qualsiasi costo. Quasi a indicare che ci dimentichiamo che dietro quel volto c’è una persona, una persona in formazione, mentre scatta la nostra ansia di controllo e di mettere tutto all’interno di quel mondo che ci siamo costruiti come corretto.

Non abbiamo strumenti validi per contenere tutta quella energia e nulla possono fare la morale e i discorsi paternalistici su quanto sia importante studiare, i ragazzi hanno bisogno di toccare con mano il mondo in cui si troveranno a vivere. Sperimentare a vivere nella realtà. Non stare confinati in un mondo parallelo per quasi vent’anni, magari “sedati” e controllati nei propri istinti e poi gettati nel mondo. E criticati perché inadatti.

Confinato in un carcere, chiuso in uno spazio senza essere interpellato e senza aver commesso nulla di male. Costretto a stare fermo per ore, ad ascoltare e a eseguire. Immobile e muto. Queste parole possono descrivere un’immagine forte, ma non fanno altro che fotografare la realtà di fatto. Pretendiamo di ingabbiare la forza dirompente della vita, pretendiamo di indottrinare menti con nozioni distanti dalla realtà, pretendiamo di farlo senza effetti collaterali. Anzi ci aspettiamo anche il risultato efficace.

La scuola deve cambiare perchè la società è cambiata

La nostra società è in continuo cambiamento e se questo sistema ha retto fino ad ora, con vari cedimenti strutturali durante il cammino, ora sembra proprio scricchiolare alla grande. In gran parte è già franato. Quando ci ritroviamo classi di venti o venticinque persone in cui quattro o cinque bambini presentano un certificato medico con disfunzioni o problematiche di apprendimento e iperattività, il fallimento è già in atto.

Gli strumenti che abbiamo sono inadeguati

Gli strumenti che abbiamo in mano, non solo noi docenti, ma noi educatori includendo in senso più ampio anche i genitori e tutti gli adulti, non sono efficaci per arginare questa situazione, anzi sembrano essi stessi controproducenti. Costringere a stare seduti per ore una persona in formazione, è disumano. La prima infanzia e l’adolescenza sono i periodi di sviluppo in cui l’energia è massima e in cui il corpo dovrebbe essere sempre in movimento per uno sviluppo armonioso. Chiunque abbia o abbia avuto figli piccoli può capire di cosa si tratti.

E forse quel gesto, descritto nella canzone, quel voler farla finita, che da alcuni è stato criticato perché poco educativo viste le potenzialità di diffusione che un testo cantato ha, non significa altro che sconfessare le reali necessità della vita. E questo non può portare che a negarla, la vita stessa. Una non vita. Una morte, apparente. Un vivere altrove, in un mondo virtuale, dove spesso siamo noi, non nati nativi digitali, a mandare i nostri figli per un attimo di tranquillità. E allora chi sono mai questi nativi digitali? Noi o loro?

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...