Photo by Louis Hansel @shotsoflouis on Unsplash

Come creare poesie in barattolo per conservare le nostre emozioni

Solitamente affidiamo ai nostri diari pensieri, racconti di piccoli fatti, descrizioni, sentimenti, emozioni, sogni. Espressioni grafiche creative. Tutto quello che possiamo raccontare di noi e del momento che stiamo vivendo. E se invece cominciassimo ad affidare le nostre parole ai barattoli di marmellata? In modo che le nostre emozioni possano fissarsi e conservarsi per il futuro? Con questo articolo voglio parlarvi del mio metodo originale per creare “poesie in barattolo”.

La poesia è lo strumento dell’anima, è a metà strada tra canto e scrittura, è qualcosa che difficilmente possiamo definire e costringere dentro regole fisse, anche se di regole ne ha molte.

Creare poesie sprigiona il potere delle parole

In questo laboratorio propongo un gioco con le parole, la possibilità di trasformarsi in poeti per un giorno e magari di scoprirsi poeti da sempre. Creare poesie in barattolo è un esercizio semplice, ma potente, curativo, perché gioca con le parole e le parole escono dall’anima. Un’attività ha il duplice scopo di portare fuori i nostri vissuti, i nostri pensieri, le nostre emozioni, ma anche quello di divertirci facendolo e, perché no, avvicinarci alla poesia.

Creare poesie: le fasi dell’attività

Per svolgere l’attività è importante trovarsi in un luogo calmo, magari con una musica rilassante di sottofondo o comunque una musica che susciti in noi uno stato di tranquillità e che ci permetta di andare in profondità in noi stessi. Possiamo decidere di svolgere il laboratorio per creare poesie da soli oppure con una persona a noi particolarmente cara. Possiamo realizzare la nostra poesia a due mani oppure a quattro, se il nostro obiettivo è lavorare sulla relazione.

Prendiamo un foglio bianco, matita e gomma, oppure matite colorate e cominciamo a scrivere sul foglio tutte le parole che ci vengono in mente riguardo al periodo o al fatto su cui vogliamo lavorare. Se le parole non emergono spontanee, contattiamo noi stessi attraverso un profondo respiro. Non dobbiamo sforzarci in alcun modo, ma semplicemente lasciare fluire, arrivare in superficie emozioni, sensazioni, immagini che tradurremo in parole.

Una volta trascritte tutte le parole che riteniamo necessarie per creare la nostra poesia, iniziamo a ritagliare le singole parole che poi andranno inserite in un barattolo o in un sacchetto. Mescoliamole bene in modo da non riconoscerle. Chiudiamo gli occhi ed estraiamo una parola alla volta, mettendole sul tavolo e leggendole nell’ordine di estrazione. Posiamo stabilire in anticipo quante parole estrarre o deciderlo strada facendo.

Poesie in barattolo: regalo per gli amici lontani

Una volta estratte tutte le parole che riteniamo sufficienti, leggiamole di fila tutte le volte che riteniamo necessarie, fino a che non troviamo il giusto ritmo, la giusta posizione, la congiunzione, la punteggiatura o il verbo che le lega assieme come una splendida collana. Ed ecco realizzata la nostra poesia. Trascriviamola nel nostro diario, custodiamola nella nostra memoria come la fotografia del periodo che stiamo vivendo. O doniamola al mondo, agli amici come un prezioso regalo che parla di noi, quando potremo riabbracciarli.

Un pensiero riguardo “Come creare poesie in barattolo per conservare le nostre emozioni”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...