La scelta migliore: chiedere aspettativa per motivi personali

La scelta migliore: chiedere aspettativa per motivi personali

La scelta migliore che ho fatto quest’anno, ops lo scorso anno, ragiono sempre da professoressa e i miei anni solari in realtà coincidono con gli anni scolastici; comunque sia la scelta migliore che ho fatto in questi ultimi dodici mesi è stata chiedere aspettativa per motivi personali. Dieci mesi di astensione dal lavoro e di auto analisi che mi hanno portato a conoscermi e a crescere forse più di qualsiasi altro evento della mia vita.

Arrivata quasi alla fine di questa esperienza qualche riflessione è d’obbligo e io posso solamente affermare che è stata ricca e positiva. Assolutamente essenziale per la mia crescita personale, tanto che penso che tutti, ogni tanto, dovremo prenderci una pausa riflessiva, per capire dove stiamo andando e chiederci se siamo felici. Soprattutto oggi che tutto è accelerato e i momenti di autoriflessione sono sempre più piccoli.

Aspettativa è attesa

È stato un anno molto duro questo perché prendersi tempo per guardarsi dentro, iniziare un dialogo con se stessi e cercare di cambiare, è un lavoro molto faticoso, che richiede pazienza. La cosa più difficile per un essere umano: aspettare. Aspettare che le risposte arrivino da se, perché tutto ha un tempo preciso. Nulla può accadere prima e nulla dopo. Alle volte possono sembrare frasi fatte, ma la vita con chiarezza mostra le sue regole e noi non possiamo che adeguarci.

Aspettativa è fiducia

Fiducia è il sinonimo che meglio traduce quest’esperienza di sospensione dal lavoro: in questi mesi ho compreso che c’è sempre una possibilità di cambiamento. Non è vero che il treno passa una volta sola e dobbiamo essere pronti a coglierlo al volo, altrimenti ci aspetta una vita di rimpianti. Nella vita ci sono mille treni che passano, mille opportunità che ci vengono incontro. Dobbiamo solo essere duttili, plasmabili, maleabili. E Pazienti.

Sì, perché aspettativa è anche attesa. Ogni incontro, ogni esperienza, ogni idea per maturare ha bisogno di tanti piccoli elementi che, tutti assieme, in maniera corale, contribuiscono alla buona riuscita e alla maturazione dei fatti. Ci vuole amore, dedizione, costanza, tenacia, un pizzico di follia e soprattutto di imprudenza.

Aspettativa è fede

È necessario avere fede e credere che i sogni, anche quelli impossibili, si possano realizzare. Sempre e in qualsiasi circostanza. È necessario credere in se stessi, nelle proprie possibilità che sono infinite. Tutti noi siamo una miniera di potenzialità. Tutti indistintamente. E tutti noi abbiamo qualcosa in cui ci distinguiamo, in cui possiamo darci autenticamente e completamente provando gratitudine.

Non siamo il nostro lavoro

In questi mesi di astensione dal lavoro ho capito che tutti noi siamo molto di più del semplice lavoro che svolgiamo quotidianamente; uno, nessuno e centomila, sosteneva Pirandello, ed è proprio così. E tutte queste centomila nostre sfaccettature hanno diritto di esistere e di esprimersi e di avere uguale importanza. Solo così potremo mostrare il nostro fascino, diventare persone interessanti.

Sono grata a me stessa per aver preso la decisione di stare a casa e non lavorare per dieci mesi. Era un momento di forte smarrimento dopo un grave incidente stradale, tutta la mia vita era andata sottosopra. Non mi sentivo più a mio agio nel mio lavoro, nella mia quotidianità. Prendere aspettativa mi ha permesso di condividere molto tempo con mia figlia, ho avuto così la grossa possibilità di vederla crescere in uno dei momenti più belli dello sviluppo. Non sempre è stato facile, ma sicuramente arricchente.

Ho avuto la possibilità di conoscermi, di provare a esprimere ciò che tenevo dentro inespresso da molto ed è stato gratificante e illuminante per capire, o almeno cercare di capire cosa voglio. La strada che all’inizio era buia e nebbiosa, comincia ora a illuminarsi e a farmi intravvedere un futuro ricco di novità.

A tutti gli indecisi, la scelta migliore se ci si è smarriti e si è persa la strada è prendere aspettativa, per motivi personali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...